Sei qui: HomePagina principale

Benvenuti ai Laboratori Nazionali di Legnaro (LNL)


lnl flags

 

I LNL sono uno dei quattro laboratori nazionali dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). La missione principale dei LNL riguarda la  ricerca di base nella fisica e astrofisica nucleare  assieme alle applicazioni di tecnologie nucleari.

Più di 800 ricercatori da ogni parte del mondo partecipano ai programmi di ricerca in corso. Ai LNL prestano servizio 250 persone, metà di quali sono dipendenti dell’ INFN (fisici, ingegneri, tecnici …), la restante parte proviene da università e centri di ricerca nazionali o stranieri. Il bilancio dei LNL si aggira sui 20 milioni di Euro all’anno, di cui metà dedicata alle spese di gestione e ricerca, l’altra metà al personale. Punti di forza dei laboratori sono la realizzazione di acceleratori di particelle nucleari e lo sviluppo di rivelatori di radiazioni nucleari.

Ulteriori informazioni ...

 News

Finanziamento del bando PRIN 2017 ai LNL

Un progetto della linea giovani del bando PRIN 2017, che verte sulle attività dei LNL, è risultato vincitore di un importante finanziamento di circa 752 000 euro. Il coordinatore scientifico del progetto è il dott. Andrea Gottardo, ricercatore INFN neoassunto presso i LNL. Il progetto è in collaborazione con le unità locali della Università degli Studi di Padova e della Università Statale di Milano. La sezione INFN di Catania partecipa anch'essa.

Il progetto di ricerca prevede la costruzione di target criogenici per lo studio di reazioni nucleari con i fasci esotici prodotti da SPES, la nuova installazione acceleratrice dei LNL. Sono assegnati finanziamenti per realizzare prototipi di bersaglio di idrogeno e deuterio solidi  e di elio liquidi/gassosi a temperature prossime allo zero assoluto. I fasci di isotopi instabili prodotti da SPES verranno  utilizzati per indurre reazioni nucleari che prevedono lo scambio di protoni e neutroni fra i nuclei. Il vantaggio di questi bersagli rispetto a quelli utilizzati fino ad ora è la più alta densità e purezza, che permetterà di studiare gli isotopi più rari prodotti a SPES. I raggi gamma prodotti nella reazione verranno misurati dal rivelatore AGATA, frutto di una collaborazione europea e che rappresenta lo stato dell'arte mondiale nel campo consentendo di tracciare i raggi gamma osservati. Questo permetterà di sondare la struttura dei nuclei atomici, anche in relazione a quegli isotopi coinvolti nei processi di nucleosintesi stellare, che portano alla formazione degli elementi che compongono il nostro mondo. Al tempo stesso il progetto ha assegnati finanziamenti per l'assunzione di giovani ricercatori, al fine di costruire una comunità scientifica.


 News

IFMIF: lo studio di un fascio unico al mondo

Didascalia della figura: Correnti lette in ingresso alla cavità (LEBT ACCT=141.687 mA) e al low power beam dump (LPBD=125.053 mA).


La cavità quadrupolo a radio frequenza (RFQ) del progetto International Fusion Materials Irradiation Facility (IFMIF) in fase di realizzazione presso Rokkasho (Giappone) il 24 luglio 2019 ha accelerato un fascio di intensità pari a 125 mA di deutoni ad energia 5 MeV con un'ottima trasmissione: ha raggiunto gli obiettivi di progetto. In questa fase il fascio è ancora impulsato (pacchetti di deutoni), ma la prestazione è sufficiente per dimostrare la bontà del design dell'acceleratore realizzato dall'INFN, con le unità operative di Bologna, Torino, Padova e LNL. Completata la costruzione e l'installazione nel 2017, il contributo del personale INFN con le specifiche competenze di fisica dei fasci, radio frequenza, controlli e strumentazione di fascio è il punto-chiave nel progressivo raggiungimento dei parametri di progetto mediante durature e continue prove di fascio. Da aprile 2020 inizierà la fase di aumento del duty cycle fino ad arrivare al fascio continuo di intensità 125 mA ad energia 5 MeV sul bersaglio. Il personale INFN seguirà anche questa impegnativa fase nella concreta ipotesi di capire il comportamento di questo fascio unico al mondo, che consentirà applicazioni in svariati campi di ricerca.

Notizia su INFN Facebook


 

LNL Events


All events


20th AGATA WEEK 4th PSeGe technology and application Workshop
INFN-LNL, 16-20 September 2019

LNL User Community Annual Meeting
INFN-LNL, 4-5 November 2019

PARIS User meeting
INFN-LNL, 28-29 November 2019


 

LNL Seminars


All seminars


Mn-51 and Mn-52g for Positron Emission Tomography Imaging
by Prof. Jonathan W. Engle (University of Wisconsin)
Friday, 11 October 2019 from 9:00 to 17:00, Villi meeting room


Vai all'inizio della pagina